The P-Project della Compagnia Amleto in viaggio

thepproject

“Abbiamo scelto di premiare la Compagnia Amleto in viaggio per il messaggio d’integrazione culturale che lo spettacolo THE P-PROJECT propone non solo come momento performativo di altissima intensità, ma per la forza sperimentale del progetto che riesce a fondere miracolosamente le diversità di ogni attore e a trasformarle in una rappresentazione autentica, corale e universale.” E’ stato difficile attribuire il premio TUTTIPAZZIXILTEATRO 2013 per la condizione di parità delle tre compagnie partecipanti: GE.NA e Théatre en Vol di Sassari, Papalagi di Lucca e Amleto in viaggio di Orvieto. Nella serata finale del festival amoTe del 15 luglio a Puglianello, è avvenuta la proclamazione del vincitore: Amleto in viaggio di Orvieto che riceverà un contributo di 1000 euro offerto dall’azienda Di Mezza Legnami e la statuetta del Matto realizzata da Salvatore Troiano. La compagnia Instabile dell’UOCSM di Puglianello e Morcone per l’ultima serata ha portato in scena DIVERSA-MENTE: un recital interpretato dai pazienti e dagli operatori delle UOCSM di Puglianello e Morcone con un’orchestra di oltre 30 bravi musicisti. Come sempre grandi numeri sia sul palco che in sala confermano il messaggio di bellezza che viene dalla diversità interpretata come valore e risorsa umana e civile.

Il bilancio dei festival amoTe e TUTTIPAZZIXILTEATRO (congiunti) è molto positivo: 9 eventi, circa 150 attori, 5 compagnie integrate, 2 compagnie locali, 7 film documentari, 3 mostre fotografiche, 2 salotti letterari, 1 perfomance di pittura e 1 serata evento con Ascanio Celestini il 13 luglio. Per questa quarta edizione si ringraziano tutti i volontari, gli abbonati, gli sponsor, le istituzioni sensibili, l’assessore Claudio Ferrucci, l’ANPI e il prof. Tonino Conte, l’UOCSM di Puglianello diretto da Maurizio Volpe, l’Istituto d’istruzione superiore Telesi@ e la preside Mimma Di Sorbo, la Biblioteca Carmen Romano, l’antropologo Aldo Colucciello, la scrittrice Carla Cirillo, la regista Alina Narciso, Elide Apice, Elena Nemes, Gaetano Continillo, Gianluca Aceto, Rossella Del Prete, Mariuccia Izzo, il musicista Gianluca Bufis, i media partners, i fotografi Flavio Romualdo Garofano, Matteo Anatrella e Paolo Di Giosia, il forum dei giovani di Amorosi, le famiglie Cioffi, Pontillo e De Capua per aver aperto le porte delle loro case al teatro.

Alla prossima…w il teatro.

Direzione artistica e comunicazione: tabula rasa eventi www.tabularasaeventi.net info@tabularasaeventi.net www.amotefestival.it

Franca Rame: L’ORGASMO

QUARTA EDIZIONE NEL NOME DELLA FOLLIA

amote_tabula_700x400

AMOTE: Amorosi Teatro festival

QUARTA EDIZIONE NEL NOME DELLA FOLLIA

6-15 luglio 2013

Amorosi-Puglianello (BN)

Si annuncia la quarta edizione di AMOTE (Amorosi teatro festival) confermando i cortili come scenario privilegiato del festival per non rinunciare al rituale contesto che ormai da quattro anni caratterizza il teatro dell’impegno civile di Amorosi, in provincia di Benevento. La sinergia è la cifra dell’edizione 2013 che mette in comune esperienze diverse e affini allo stesso tempo; il festival AMOTE, promosso dal comune di Amorosi, incrocia nel suo percorso d’impegno civile, culturale e teatrale un’esperienza di grande spessore: Tuttipazzixilteatro, costretto ad autosospendersi per un’edizione (2012). Concentrando l’attenzione sulle storie di amore e libertà, il festival AMOTE 2013 darà allora spazio al teatro che racconta la malattia mentale, mettendo in scena le performance di tre compagnie integrate, selezionate dal bando (Tuttipazzixilteatro 2012) e portatrici del messaggio della diversità. Leggi il resto di questo articolo »

NO all’Omofobia, Si alla Diversità: Il messaggio dei sordi

I racconti di un successo: il DSM di Benevento conquista Carrara

Il 21 aprile, come avevamo annunciato, la Compagnia Instabile del DSM di Benevento (formata da pazienti, operatori e volontari), ha presentato La Gatta Cenerentola di Roberto De Simone alla Sala Garibaldi di Carrara. L’esito della messinscena ha suscitato intense emozioni e una lunga serie di commenti calorosi da parte delle istituzioni presenti (Provincia di Massa-Carrara, il Comune, il dirigente del Liceo Artistico), dei giornalisti e del pubblico in sala. Vi riportiamo solo alcune delle testimonianze di cui abbiamo traccia.

“che dire…è stato EmoZionanTe e ricco di Umanità. Credo che ieri sera ho visto uno degli spettacoli più belli degli ultimi tempi e sono andata via con la rinnovata speranza che è possibile un modo di stare al mondo diverso, leggero e integrato!!!

Marina Paternò/Operatore ASL1 Massa – Carrara

“Le gatte cenerentole (infatti lo siamo un po’ tutte) ringraziano per la splendida opportunità di sentirsi vive.”

Marina Babboni, Giuliana Rossi e Cristiana Dai Pra/Dirigente e responsabili provinciali della Cultura

“Buonanotte bellissime e simpaticissimi, non poteva terminare meglio questa giornata: la Compagnia “Instabile” del dipartimento di salute mentale di Benevento ha appena terminato “La gatta Cenerentola” in collaborazione col nostro Liceo Artistico. Questo mix tra rabbia ed amore e, soprattutto, gli attori di stasera mi ha commosso. Gli amici di Benevento ci hanno regalato un secondo spettacolo al rinfresco tirando fuori i loro strumenti musicali, cantando, ballando e coinvolgendo tutti come solo i napoletano sanno fare. Questa sera avrei voluto essere napoletano !!! “

Luca Ragoni/Presidente del Consiglio Comunale di Carrara, 22 aprile 2012

“Colori e calore dell’UOCSM di Puglianello sul palco del teatro Garibaldi di Carrara. Un fine settimana molto particolare per il gruppo di pazienti ed operatori del Dipartimento di Salute mentale della Asl di Benevento. Ottanta persone in tutto, compresi attori e musicisti volontari, hanno preso parte ad una trasferta che li ha portati dal sud al nord Italia, per portare in scena La Gatta Cenerentola, il melodramma di Roberto De Simone per la regia di Antonello Santagata, medico competente aziendale. Due pulmans provenienti dal piccolo borgo del Sannio, 9 ore di viaggio per partecipare alla serata conclusiva della V edizione del Festival Sottosopra, la rassegna di eventi sul tema “Noi e gli altri”, organizzata dall’Assessorato alla Cooperazione Internazionale della Provincia di Massa-Carrara. Ultima rappresentazione di questa opera ispirata alla favola di Giuseppe Basile che racconta la storia di una Cenerentola molto particolare, una Cenerentola ambivalente e conflittuale che ben rappresenta quella Napoli del Seicento che, sotto il dominio straniero, sogna una vita diversa. E’ la messa in scena del “tutto è possibile”. Due le orchestre, una classica e una moderna, dirette da Massimo Dorsi e Bruno Capuano, per uno spettacolo che, insieme, commuove e diverte. Sul palco alternando tamorre con violini, chitarra elettrica e flauto, viene rappresentata una Cenerentola doppia, “buona e cattiva, specchio del doppio che alberga in noi. Il tema è quello dell’altro, della possibilità di un’esistenza diversa, del sogno che diventa realtà, di vite che si risvegliano. Il paziente diventa attore della propria vita e non pedina”, spiega Antonello Santagata, regista . “Siamo stati colpiti dall’accoglienza riservataci dall’amministrazione provinciale di Massa Carrara, che ha reso possibile tutto questo”, ha commentato Maurizio Volpe, responsabile del progetto Tutti pazzi per il teatro, da cui tutto è partito. “La cosa più sorprendente – ha aggiunto – e’ che anche le differenze linguistiche non hanno impedito la comprensione dello spettacolo e del suo messaggio. Abbiamo avuto un pubblico a tratti commosso, oltre che partecipe ed entusiasta. Per noi è stata una restituzione importante di tutta la passione che abbiamo investito e di tutto il lavoro che questo gruppo eterogeneo ma splenditamente integrato ha prodotto nel corso di questi anni”. A realizzare le scenografie della pièce, degli artisti d’eccezione: gli studenti del liceo artistico “Artemisia Gentileschi”. Gli stessi che hanno realizzato la campagna di comunicazione dello spettacolo, con tanto di concorso per selezionare l’immagine della locandina: a vincere e’ stato il lavoro di Matteo Mariotti, con una gatta patchworck, allegra, multiforme e un po’ svitata: con ingranaggi cerebrali ben in vista!” “Il progetto è nato come un’idea buttata lì..mi piaceva l’idea di condividere l’esperienza della Salute Mentale di Puglianello con la gente di qui. Perché, come scuola, abbiamo sempre lavorato sull’integrazione e ci teniamo a che i ragazzi apprendano il senso e il valore della diversità, in tutte le sue declinazioni”, ha commentato la preside della Scuola Annarosa Vatteroni. Così Maurizio Volpe ha incontrato gli alunni a novembre, spiegando l’idea e il senso del progetto. Poi è venuto fuori il problema di come realizzare il tutto senza senza soldi…visto il periodo, economicamente difficile. Ma i ragazzi, con pochi mezzi ma molto impegno, hanno lavorato attivamente e con entusiasmo affinché, lo spettacolo si potesse fare, anche senza finanziamenti. Con un vecchio mobile hanno costruito un baule, il fondale della scenografia, 8 metri quadri, è stato realizzto cucendo insieme, come un vestito di arlecchino, pezzi di stoffa: Anche insegnanti e genitori hanno fatto il loro, costituendo un comitato feste che ha organizzato il buffet del post rappresentazione. Ognuno ha cucinato e preparato, dando il proprio contributo per dire Grazie!” Un evento indimenticabile e un’esperienza umana e di vita unica che è andata direttamente al cuore del numerosissimo pubblico presente allo spettacolo” così ha commentato la dott.ssa Marina Babboni, responsabile del Festival Sottosopra. Sotto i pini marittimi la grande struttura d’epoca fascista ha dato ospitalità al folto gruppo. “E’ stata un’esperienza incredibile, l’emozione di essere applauditi è sempre grandissima. Ma anche partire tutti insieme, condividere le stanze, svegliarsi insieme, vivere a stretto contatto con tutte queste persone per tre giorni, lontano da casa: sono cose che per un malato di mente non capitano spesso nella vita”, racconta Valentino, paziente-attore, laureato in giurisprudenza e con la passione della poesia. Un lavoro corale, frutto di anni di impegno, spesso di lotte controcorrente, per veder affermare un principio che serve da monito nella vita quotidiana..se si crede nelle cose e si investe con impegno, nulla è impossibile!”

Livia Parisi/Giornalista

“Gatta Cenerentola….struggente e divertente, emotivamente e creativamente.”

Grazie ad Anna Rosa e Angelo

Stefania Figaia/Insegnante del Liceo Scientifico di Carrara

“Stefania hai ragione, è stato veramente carino, a tratti commovente! Davvero bravi! e grazie a chi ci ha fatto conoscere la realtà della Gatta Cenerentola…”

Rosaria Vatteroni/Insegnante del Liceo Scientifico di Carrara

“Prima di tutto grazie per avermi dato modo di conoscere un’esperienza come quella di Puglianello e poi di aver potuto assistere ad uno spettacolo che non si poteva altro che apprezzare per la bravura e l’energia che tutta la compagnia è riuscita a trasmetterci….”

grazie mille e a presto Giuliana

“Vi ringrazio per avermi messo a parte di questa serata. E’ una esperienza che mi ha commosso nel profondo ed ha aggiunto ancora qualcosa alla mia esperienza di vita.”

Caterina Morelli/Ex insegnante del Liceo Scientifico di Carrara

“Sono veramente felice di aver condiviso l’esperienza con persone che sanno “sentire”, oltre che pensare. Anche questo per me non è poco, e mi riferisco al “me” migrante.

Angelo

Organizzazione: DSM Benevento> segreteria UOCSM Puglianello 0824 946550
tuttipazzixilteatro.it progetto di comunicazione:Raffaella Vitelli: info@tabularasaeventi.net foto e immagini: Guido Lavorgna www.flickr.com

La Gatta Cenerentola interpretata dai Mattattori

va in scena nell’ambito del festival Sottosopra promosso dalla provincia di Massa-Carrara

e il progetto del DSM di Benevento riletto dagli allievi del Liceo Artistico di Carrara

 

Sulla rotta della Multiculturalità e dell’Integrazione, inizia il viaggio verso Carrara della compagnia Instabile che chiuderà il festival SOTTOSOPRA sabato 21 aprile al Teatro Garibaldi di Carrara, per rilanciare e riaffermare la sfida dei diversi in teatro e nella vita reale. L’esperienza di teatro-laboratorio per la riabilitazione dei pazienti psichici iniziata circa 3 anni fa, ha segnato profondamente i luoghi della salute mentale del DSM di Benevento e l’UOCSM di Puglianello è diventato il simbolo di una risposta possibile alla lotta allo stigma attraverso l’applicazione di un modello terapeutico che mette al centro la persona. L’eco del festival Tutti pazzi x il teatro, promosso e organizzato dal DSM di BN, che ospita le compagnie integrate italiane, ha stimolato l’interesse da parte di giornalisti, operatori culturali e sociali coinvolti e colpiti dalla particolare atmosfera che si respira e si trasmette all’interno e all’esterno della salute mentale sannita.

Questa la ragione della partecipazione alla quinta edizione di SOTTOSOPRA de La Gatta Cenerentola, autorizzata dal suo autore: il maestro Roberto De Simone che, ne ha concesso la riproposizione condividendo le finalità e i valori del festival della cooperazione decentrata e della pace della Provincia di Massa-Carrara, debutterà a Carrara dopo che, nei mesi precedenti, è diventata oggetto di studio e di rielaborazione creativa da parte degli studenti del Liceo artistico di Massa Carrara “Artemisia Gentileschi”, che hanno prodotto il visual dell’evento. Lo spettacolo sarà preceduto dall’incontro sulla follia creativa: Tanto va la Gatta al lardo, in programma sabato 21 aprile alle 11,  durante il quale saranno presentati tutti gli elaborati degli studenti del Liceo Artistico. Organizzato e coordinato dalla dirigente dell’Istituto Anna Rosa Vatteroni che ha sensibilizzato docenti e studenti a lavorare sul teatro della diversità, l’appuntamento prevede anche la partecipazione di: Maurizio Volpe, direttore dell’UOCSM di Puglianello, Antonello Santagata, medico-regista della Compagnia Instabile, Bruno Capuano musico terapeuta e curatore musicale de La Gatta Cenerentola. Tutta la squadra al completo (circa 100 persone) è in partenza per Carrara per confrontarsi con una nuova dimensione di relazione, di socialità e di divertimento artistico.

Buon viaggio a tutti e grazie a coloro che hanno ancora una volta creduto nel teatro dei Matti: l’amministrazione provinciale di Massa-Carrara, Marina Babboni, Anna Rosa Vatteroni, Angelo Possemato. La conferenza stampa di presentazione: http://www.antenna3.tv/?p=24152

Organizzazione: DSM Benevento Maurizio Volpe: segreteria UOCSM Puglianello 0824 946550
tuttipazzixilteatro.it

progetto di comunicazione a cura di Raffaella Vitelli: info@tabularasaeventi.net

Nota:

5° Festival Sottosopra/19 – 20 – 21 Aprile 2012. Festival della cooperazione decentrata e della pace

Provincia di Massa-Carrara Assessorato alla Cooperazione Internazionale Forum territoriale della Cooperazione Internazionale, Pace e Solidarietà

Il Festival Sottosopra rappresenta una vera e propria novità nel panorama delle manifestazioni provinciali, frutto di un percorso concertato con i soggetti che fanno parte del “Forum provinciale della cooperazione internazionale, pace e solidarietà”, una rete di soggetti pubblici e privati che, da ormai quattro anni, anima il territorio con una serie di attività destinate alla sensibilizzazione della cittadinanza sui temi dell’integrazione, dell’intercultura e dei diritti negati, per creare una cultura della solidarietà. La manifestazione vera e propria viene preceduta da circa quattro mesi di laboratori sui temi dell’accoglienza, dell’integrazione e della costruzione di relazioni positive con le comunità di immigrati, che vengono effettuati nelle scuole del territorio che aderiscono al progetto, dall’Ufficio Cooperazione Internazionale in collaborazione con alcune delle associazioni aderenti al “Forum provinciale della cooperazione internazionale, pace e solidarietà”.

Da segnalare tra i tanti eventi in programma di quest’anno troviamo: la proiezione per le scuole del film-documentario “Mare chiuso” di Andrea Segre e Stefano Liberti, lo spettacolo teatrale “Hanging – Sospeso” della Compagnia Teatrale Semi Cattivi al Teatro Quartieri di Bagnone, la premiazione per il Concorso di Idee sul tema “I diritti negati”, lo spettacolo teatrale “La Gatta Cenerentola” con gli attori-pazienti della compagnia teatrale “Instabile” del Dipartimento di Salute Mentale di Benevento.

 

 

Tutti pazzi x il teatro: III edizione

Tutti pazzi x il Teatro: Rassegna teatro delle diversità
III edizione
Pubblicato il bando
UOCSM-Puglianello-BN

Vedremo ancora una volta il DSM di Benevento e lo staff dell’UOCSM di Puglianello riportare in scena la diversità e il teatro dei folli; è ufficiale la riconferma per il 2012 del festival TUTTI PAZZI X IL TEATRO III EDIZIONE: un percorso intenso costruito su un’esperienza di teatroterapia come progettualità multidisciplinare e partecipata dai pazienti e dagli operatori.
La motivazione e l’energia si è conservata intatta nel gruppo che ha intrapreso l’avventura tre anni fa e intende ancora provarci per dare continuità al festival e al laboratorio teatrale interdipartimentale che ha dato notevoli riscontri, in termini di miglioramento di vita dei pazienti-attori. Maurizio Volpe, direttore dell’UOCSM di Puglianello e responsabile del progetto, scommette ancora sulle persone che sono state attivamente presenti perché “è sempre grazie ai rapporti umani e alla forza delle idee di tutti quelli che si sono appassionati al nostro teatro, che possiamo sperare nel futuro”. Ora è tempo di pensare alla nuova edizione e a qualcosa di speciale per la compagnia Instabile; le teste matte degli operatori sono già alle prese con la nuova produzione, anche se sarà difficile raggiungere l’alto livello raggiunto con la messinscena de La Gatta Cenerentola, per la quale si ringrazia ancora la disponibilità e la sensibilità del suo autore: Roberto De Simone. Per il 2012 l’organizzazione riconferma il festival a giugno e Benevento come location, mentre la serata dei premi si celebrerà come lo scorso anno in Valle Telesina.
Come avviene dalla prima edizione, Tutti pazzi x il teatro è un festival riservato alle compagnie teatrali integrate che vengono selezionate attraverso un concorso nazionale regolato da un bando scaricabile dal sito: www.tuttipazzixilteatro.it; l’iscrizione è gratuita e scade il 26 marzo 2012.
A tutti i dipartimenti di salute mentale, le compagnie integrate fuori dai dipartimenti, le associazioni, le cooperative che hanno i requisiti rivolgiamo l’invito a partecipate senza esitare.
Comunicazione: Raffaella Vitelli info@tabularasaeventi.net
Organizzazione: DSM Benevento Maurizio Volpe: segreteria UOCSM Puglianello 0824 946550
Direzione artistica: Antonello Santagata tuttipazzixilteatro.it

iscrizione_2012

bando12

Conferenza stampa: La Gatta Cenerentola

 CONFERENZA STAMPA:

La GATTA CENERENTOLA Torna in scena

Per gentile concessione di ROBERTO DE SIMONE

16 DICEMBRE alle ore 12

Sala Giunta/Palazzo San Giacomo

Piazza Municipio/Napoli

Fissato per il 20 dicembre al Teatro Mediterraneo il debutto napoletano per i mattatori del DSM (Dipartimento di salute mentale) di Benevento che hanno avuto dal maestro Roberto De Simone il grande privilegio di riportare in scena La Gatta Cenerentola. “La già immensa portata artistica della Gatta Cenerentola, del grande Maestro De Simone, -dice l’assessore Tommasielli,- verrà arricchita da un esperimento di psichiatria riabilitativa di portata altrettanto immensa: a recitare saranno ragazzi affetti da patologie mentali che mostreranno quanto la recitazione e l’applicazione, nel rendere l’opera nel migliore dei modi a un pubblico che assiste, possano giovare anche alla loro salute e alla loro autostima, e, quanto i loro problemi siano molto meno insormontabili di quanto siamo abituati a pensare. Riteniamo ci sia ancora molto da fare per la completa applicazione della legge 180 e uno spettacolo del genere rappresenta un passo importante.” Queste le parole di Giuseppina Tommasielli, assessore allo sport e alle pari opportunità, in attesa del grande evento che il Comune di Napoli ha patrocinato e si prepara a presentare ai giornalisti e gli operatori dei media, nel corso di una conferenza stampa, programmata per venerdì 16 dicembre alle ore 12 in Sala Giunta a Palazzo San Giacomo, presso il Comune di Napoli. All’incontro con la stampa interverranno: Giuseppina Tommasielli, assessore Sport e alle pari opportunità del Comune di Napoli, i pazienti-attori del DSM di Benevento e dell’UOCSM di Puglianello, Francesco Catapano, ordinario di psichiatria Università di Napoli S.U.N., Silvana Galderisi, ordinario di psichiatria Università di Napoli S.U.N., Lucio Luciano, direttore Dipartimento salute mentale ASL BN, Maurizio Volpe, direttore Unità operativa complessa salute mentale Puglianello, responsabile prog. Tuttipazzixilteatro, Antonello Santagata, medico del lavoro ASL BN e regista, Bruno Capuano, infermiere e musico terapeuta, Serena Romano, giornalista e presidente “Rete Sociale” associazione dei familiari e amici dei sofferenti psichici. Parteciperanno inoltre: Lorenzo Piombo, direttore Unità operativa complessa salute mentale Morcone, Franco Santucci, direttore Unità operativa complessa salute mentale Montesarchio, Tina Russo, responsabile Centro di salute mentale Benevento, Roberto Perrotti, psicologo e curatore del libro “Il Cielo sopra Puglianello”, Maria Teresa De Mutiis, presidente cooperativa sociale “La Fabbrica dei sogni”, Pasquale Mastantuono, psicologo e responsabile centro diurno UOCSM Puglianello.

Organizzazione: UOCSM Puglianello/prenotazione inviti: 0824.946550

Comunicazione: Raffaella Vitelli info@tabularasaeventi.net

PER GENTILE CONCESSIONE DI ROBERTO DE SIMONE RITORNA LA “GATTA CENERENTOLA” CON UN CAST DI… “PAZZI PER IL TEATRO”

20 dicembre 2011 ore 21.00

Teatro Mediterraneo – Mostra D’Oltremare – Napoli

Un cast e un’orchestra di circa 100 persone tra medici, infermieri, operatori sanitari, pazienti e volontari – coordinati dal Centro di Salute Mentale di Puglianello – riportano a Napoli “La Gatta Cenerentola”. Un evento eccezionale, un “unicum” nella storia della “Gatta” grazie alla generosità del suo autore, il maestro Roberto De Simone, che per gentile concessione ne ha consentito la messinscena. Nella prestigiosa cornice del teatro Mediterraneo alla Mostra D’Oltremare, il pubblico potrà assistere, così, il 20 dicembre a una sorta di “miracolo” teatrale e terapeutico che a distanza di quasi 40 anni dal debutto della “Gatta” avvolge questa iniziativa di un valore particolare.
Molti ricorderanno, infatti, che gran parte delle prove della straordinaria favola in musica avvennero presso il manicomio Leonardo Bianchi che già aveva cominciato ad aprire le sue porte ai “matti” grazie alla riforma di Franco Basaglia. La presenza della compagnia di De Simone in una struttura per tanti anni chiusa e totalizzante come il Bianchi diede, così, a quest’opera, un ulteriore valore simbolico, sociale e culturale. Valore riproposto oggi che i “reclusi” di ieri sono diventati i protagonisti di una favola per loro divenuta realtà, grazie non solo alla moderna psichiatria introdotta dalla riforma basagliana, ma anche alle intrinseche qualità artistiche della “Gatta”: contrariamente, infatti, ai pregiudizi che avvolgono questa malattia, le persone affette da disagio mentale non sono insensibili al richiamo dell’arte, della musica, del teatro e di ogni forma espressiva dotata di validità artistica sfruttata come richiamo e strumento terapeutico.
E la messa in scena di questa “Gatta Cenerentola” lo dimostra: perché i pazienti–attori hanno trovato a tal punto nella “Gatta” uno spazio espressivo significativo e importante, da rivelare anche insospettabili doti di “mattatori”. Doti che Antonello Santagata, medico del lavoro e regista dello spettacolo, e Bruno Capuano, infermiere e musico-terapeuta, hanno saputo valorizzare trasformando il Centro di salute Mentale di Puglianello – diretto dallo psichiatra Maurizio Volpe, responsabile del progetto – in laboratorio teatrale nel quale, per mesi, hanno lavorato allo spettacolo volontari, pazienti e operatori dell’intero Dipartimento di Salute Mentale del Sannio diretto dal dottore Lucio Luciano.
Quanto al debutto a Napoli, è stata Pina Tommasielli, assessore alle pari opportunità del Comune nonché medico, a patrocinare l’iniziativa, perché: “Ne condivido gli obiettivi – ha dichiarato – Al di là del riconosciuto valore artistico dell’opera di De Simone, infatti, è interessante questo esperimento terapeutico perché rappresenta una modalità scientificamente valida per la riabilitazione dei soggetti psichiatrici e nel contempo ne rende la gestione sanitaria sostenibile per il servizio sanitario nazionale”. Il 16 dicembre, dunque, è programmata alle 12 presso il Comune di Napoli la Conferenza stampa di presentazione dello spettacolo che si terrà il 20 dicembre al Teatro Mediterraneo nell’ambito della rassegna di eventi natalizi promossi dal Comune “Natale a Napoli”.

 

Ingresso libero fino ad esaurimento posti
info: info@tabularasaeventi.net
comunicazione: raffaella vitelli www.tabularasaeventi.net

 

Nuove date per la Gatta Cenerentola

Lo cunto de La Gatta Cenerentola

venerdi 26 agosto ore 21.00
piazza San Menna – Vitulano (BN)

mercoledì 7 settembre ore 17.00
Teatro Massimo/Benevento

nell’ambito del festival

Benevento Città Spettacolo

ingresso libero

SABATO 6 LUGLIO CORTILE CIOFFI AMOROSI

20.30 BAM PHOTOGRAPHIC RESCUE PROJECT, Màryàm Ràz, Iran
21.00 Aperitivo enoico de La Guardiense
21.15 Prove di viaggio/compagnia GE.NA. E THEATRE EN VOL/SASSARI
 

DOMENICA 7 LUGLIO CORTILE CIOFFI AMOROSI

20.30 CYANOSIS, Rokhsareh Ghaemmaghami, Iran
21.00 Aperitivo enoico de La Guardiense
21.15 Le Troiane/laboratorio L’ALTROTEATRO/I.I.S.TELESI@/TELESE TERME
 

LUNEDI' 8 LUGLIO CORTILE CIOFFI AMOROSI

20.30 NON SIAMO SCARTI, Stefano de Felici, Italia
21.00 Aperitivo enoico de La Guardiense
21.15 La famiglia Bruscolin/compagnia LIBERAMENTE/AMOROSI
 

MERCOLEDI' 10 LUGLIO CORTILE PONTILLO AMOROSI

ALL’ORA DEL TE’ CON CARLA CIRILLO
18.00 Le Mitomani favolose: l’uscita dal labirinto
18.45 Il Minotauro: performance di ParalleleMenti/DSM di Benevento
 

GIOVEDI' 11 LUGLIO CORTILE DE CAPUA AMOROSI

ALL’ORA DEL TE’ CON CARLA CIRILLO
18.00 Liquida: storie amorose di solitudini
19.00 Performance di pittura collettiva IL MONTICELLO/SIR BELLONA
BELLA CIAO…FRANCA!
INFO E
PRONOTAZIONE
INVITI


UOCSM Puglianello
DSM Benevento - 9 |13

VENERDI' 12 LUGLIO CORTILE CIOFFI AMOROSI

20.30 MEMORY OF MY FACE, Robert Lemelson, USA/Indonesia
21.00 Aperitivo enoico de La Guardiense
21.15 Papalagi/compagnia PAPALAGI/LUCCA
 

SABATO 13 LUGLIO CORTILE CIOFFI AMOROSI

20.30 IN-CANTO E DISINCANTO DELLA FEDE, Aldo Colucciello, Italia
21.00 Aperitivo enoico de La Guardiense
21.15 La pecora nera/ASCANIO CELESTINI
 

DOMENICA 14 LUGLIO CORTILE CASTELLO BARONALE PUGLIANELLO

20.30 SINFONIA DE MERCADO, Jimena Prieto Sarmiento, Helena Salguero Velez, Colombia
21.00 Aperitivo enoico de La Guardiense
21.15 The P-Project/compagnia AMLETO IN VIAGGIO/ORVIETO
 

LUNEDI' 15 LUGLIO CORTILE CASTELLO BARONALE PUGLIANELLO

20.30 TUTTI PAZZI X IL TEATRO, Livia Parisi, Italia
21.00 Diversa-mente/compagnia INSTABILE/UOCSM PUGLIANELLO-MORCONE
23.00 Premio Tutti Pazzi x il Teatro
 

MOSTRE NEI CORTILI dal 6 al 15 luglio dalle 18 alle 21

Ectoplasmi fotografo Flavio Romualdo Garofano CORTILE DE CAPUA
[…] Un’Interpretazione pazzesca!… fotografo Matteo Anatrella CORTILE PONTILLO
ECT- Electro Convulsive Treatment fotografo Paolo di Giosia CORTILE CASTELLO BARONALE